venerdì 27 gennaio 2012

Compleanno della mia sorellina!

Grazie piccola mia per i sorrisi, le preghiere, gli abbracci e gli incoraggiamenti
Grazie per la vicinanza fisica ed emotiva in questi giorni e in tutti gli altri della mia esistenza
Grazie per aver sempre ascoltato prima di giudicare e per non aver mai condannato i miei errori
Tu sei speciale, come il più sincero e avvolgente dei sorrisi
Sei dolce e gentile
Mai leggera nel prendere posizione
Altruista come nessuna
Sei la mia sorellina, ed oggi nel giorno del tuo compleanno ti voglio augurare un sogno che germogli nel tuo cuore, cresca nel tuo grembo e ti guardi ogni giorno della vita con immenso e gratuito amore, lo stesso che doni a me e a tutti quelli che ti sono accanto.
Tua sorella "grande"

giovedì 26 gennaio 2012

Una nuova vita

Sono stata in silenzio per un poco di tempo perché sono accadute tante cose…ho scoperto di aspettare un bambino e la notizia mi ha travolto come un uragano! L’esperienza con la piccola principessa-vampira è stata ed è parecchio impegnativa e l’arrivo di un bambino mi spaventava.
Sono felice ma ho paura , la solita paura, che si nutre delle mie immumerevoli insicurezze.
“Sarò in grado?”, “Ce la farò?”etc…Poi l’altra settimana dopo il lavoro all’improvviso …la corsa in clinica, la visita, la freddezza delle infermiere. Ero lì con il mio corpo, i sensi di colpa e le mie debolezze. Ho pensato “Lui c’è, e deve vivere!”, ho ascoltato il suo cuore. Ho immaginato, mentre immobile vedevo scivolare le gocce di medicina attraverso la flebo nel mio braccio, a come sarà…il suo volto, le sue manine, il suo carattere. Non deve andar via...mentre ero lì persa nel labirinto delle mie congetture ho sentito un urlo forte, il vagito di un bimbo appena venuto al mondo. Non c’è nulla di più grandioso, generoso e allo stesso tempo primitivo di una madre che genera un figlio.
Non voglio più temere nulla voglio ora solo sperare perché questo bambino dentro il mio cuore, dentro il mio ventre deve vivere.

domenica 1 gennaio 2012

Tempo di bilanci



Mi appresto a lasciar andar via questo 2011 e ad attendere come sempre positiva e trepidante il nuovo anno.
E’ stato un anno intenso, con momenti di incertezze e grandi gioie.
 E’ stato un anno di scoperte…abbandonare alcune certezze per lasciarsi avvolgere da nuove consapevolezze.
Ho iniziato ad esplorare il mondo delle mamme “internaute” che parlano tra loro senza paura di essere giudicate, senza pregiudizi o barriere. Ne è nato un confronto che mi aiuta ogni giorno ad essere migliore. Le mamme che si incontrano attraverso la rete non hanno ansie di prestazione, non devono apparire “per forza”, belle, brave e buone. Si presentano, si conoscono e condividono emozioni, positive e negative, con la più totale franchezza. Sarà che si sentono protette, non scoperte, difese da questo schermo che le tutela…la società invece, quella che osserviamo attraverso i volti delle persone che incontriamo ogni giorno, ci vuole perfette.
Le mie fragilità, le mie debolezze, sono diventate trampolini dai quali lanciarsi verso nuovi orizzonti di apertura, di cooperazione, alla continua ricerca di risposte non sempre semplici, quasi mai scontate. Ho coltivato il dono della creatività dal quale ne è venuta fuori anche una nuova professione! Ed ho stabilito un criterio nuovo per giudicarmi come madre.
Essere madre è un dono, ma anche una fatica e non mi sento più in colpa ad esprimerlo.
 Sei il “nido” caldo che sempre accoglie e sorregge. Sei quella a cui non può venire l’influenza altrimenti è una “catastrofe”! Essere madre è osservare i tuoi figli scoprendoli diversi da te e per questo ancora più belli.Per essere madre non devi abbandonare la donna che è in te, perché amare gli altri non è sacrificare se stessi ( che conquista!).
Durante quest’anno ho capito quanto è importante donare tempo a chi amiamo, un tempo vero fatto di ascolto. Ho anche compreso che molte persone non sono come credevo, io idealizzo sempre gli altri…
E porto nel cuore, anche se è ormai inverno, l’immagine della mia piccola in spiaggia, che rincorre gli amici inviatandoli a giocare e guarda al mondo con fiducia incondizionata, avvolta dai raggi di un caldo sole.
Lascio andar via quest’anno e abbraccio quello nuovo con fiducia e amore, certa di vivere ogni momento con intensità!
Auguri e buon 2012

cosa ti rende felice?