venerdì 25 maggio 2012

La prima gita della piccola principessa-vampira

La prima gita della piccola principessa-vampira

Oggi la mia piccola è andata in gita con i compagni di classe per la prima volta!
Ha atteso questa giornata con trepidazione ed entusiasmo, contando i giorni. I suoi occhi stamane, al risveglio, erano colmi di una gioia infinita, una felicità vera e trasparente, che appartiene ormai solo all’universo dei bambini.
Stamattina mentre si aggirava per casa, preoccupata di far tardi a scuola, mi ricordava con solerzia le cose che dovevo preparare: “ mamma hai messo nella sacca l’acqua?” “Mamma, ma lo sai che indosseremo tutti dei cappellini?” “mamma ci faranno anche delle domande…speriamo che saprò rispondere!”.
La mia piccola cresce, presto sarà una sorella maggiore….Ogni giorno aumenta la sua curiosità ed il suo entusiasmo per le piccole scoperte. Ci rallegra tutti con la sua vivacità.
Osservo la vita attraverso il suo sguardo meravigliato e mi rinnamoro dell’esistenza ogni momento.

giovedì 10 maggio 2012

Movimenti nella pancia

Il mio piccolo Napoleone ha già sviluppato una mimica  molto espressiva: può aggrottare la fronte, arricciare il naso e alzare gli angoli della bocca come per sorridere. Ora è lungo circa 33 centimetri e pesa 900 grammi.
E scalcia come un cavallo impazzito!
Ora la pancia è davvero bella grossa e comincio a fare confronti di forma e peso con qualsiasi mamma mi capiti a tiro. Mi sento un poco pesante ed a volte ho l’impressione di rotolare piuttosto che di camminare!

martedì 8 maggio 2012

Voglia di coccole


Sono giorni che mi sento strana…desidero attenzioni e premure da parte delle persone che amo.
Ho voglia di coccole. “Anche solo una carezza, un poco di tenerezza” come recitava quella bella canzone. E poi mi ritrovo a piangere per nulla. Ieri ho terminato un bel libro che mi ha permesso di viaggiare con la fantasia e di cambiare più volte identità e di fronte ad un colpo di scena ho cominciato a piangere senza riuscire a frenare il fiume di lacrime. E poi sono riaffiorati, a valanga, i ricordi…gli anni trascorsi, le emozioni, gli sguardi, le parole non dette e quelle da tacere, forse…
Mi accorgo di cercare l’affetto del mio uomo del Monte più che in altri periodi della mia esistenza. Vorrei dirgli: “Ho bisogno di te, ma non riesco ad esternare ciò che ho dentro. Una parte di me vorrebbe che lui capisse senza parole. Ma è un uomo ed è altamente improbabile questa eventualità.

giovedì 3 maggio 2012

Non è la gelosia

Ieri la piccola principessa-vampira guardandomi negli occhi mi dice: “ Mamma ma quando nascerà il fratellino non mi vorrai più bene? Per te ci sarà solo lui?”. Sono stata colta da un’emozione senza barriere, un buio freddo nel cuore. Non sapevo come rassicurarla ( sono i momenti in cui rimpiango di non aver studiato psicologia)…l’ho stretta forte e le ho confermato il mio immenso amore che, le ho giurato, durerà tutta la vita.
Non voglio che la mia piccola soffra. Lei è e sarà sempre la mia bambina, il mio amore, la mia cucciola. Spero di fare e dire le cose giuste in modo da non farla soffrire.
Ed io che pensavo che il fratellino sarebbe stato un dono!

cosa ti rende felice?